Aprimi il cuore
che non ti mordo
apri la bocca
che ti do fiato
con le mie parole
o se di altro hai bisogno
ti offro respiro
ti ascolto.
Fluire non ha costo
ti vengo incontro
e sento
vibriamo lo stesso canto
scomposto e grato
quello di uno
morto e risorto,
ti vedo
sdraiato
sulla pietra viva
sull’erba vera
a terra
al buio
occhi alle stelle.
Mi faccio perla
e viene concha
non tarda
né allunga il passo
alato, guidato
del tempo che diviene.
Sono amata.
Sono amato.